Veleggiata Leuca-Otranto

Veleggiata Leuca-Otranto

Sabato, 17 Maggio, 2014 - da 09:00 a 21:00
Otranto Lecce, Italy
Vela Otranto

Traversata non competitiva organizzata da A.S.D. Centro Nautico SMARE’
in collaborazione con la Lega Navale Italiana sez. di Otranto:
arrivo ad Otranto ore 17,30, ormeggio in banchina,
accoglienza equipaggi con buffet sede L.N.I

 

La veleggiata si svolgerà sulla costa orientale, dal Capo di S. Maria di Leuca fino ad Otranto, ove anche se non vi fossero le grotte, il paesaggio sarebbe in grado di affascinare chiunque abbia modo di ammirarlo.

Spalti rocciosi che precipitano in mare da un'altezza di 100 metri, l'assenza di approdi naturali e la mancanza di vie d'accesso da terra per raggiungere le acque hanno permesso la conservazione pressoché integrale di questo piccolo lembo di natura selvaggia.

Nonostante l'impegno profuso dall'uomo nel lasciare la sua indelebile traccia nell'immane opera di cementificazione, resta questo l'ultimo tratto di costa pugliese dove tangibile si avverte la distanza della vita quotidiana.

La costa orientale salentina è caratterizzata da decine e decine di maestosi portali di grotte, dall’imponente parete carsica delle Mannute, dallo scenografico ingresso della Grotta Grande del Ciolo, detta anche Bocca del Pozzo, dall’omonimo ponte, sospeso nel vuoto, tra le due sponde di uno spettacolare canyon naturale.

Continuando e veleggiare verso nord, troviamo ancora la Grotta Zinzulusa, con le sue unicità biologiche, le grotte sulfuree di Santa Cesarea Terme, la storica cala di Porto Badisco, che la leggenda dice abbia visto lo sbarco di Enea, il preziosissimo scrigno preistorico della Grotta dei Cervi e il “faro più orientale d’Italia”, a Punta Palascia.

La cala delle Orte e le mura medievali di Otranto coronano uno scenario costiero senza uguali.


Info segreteria organizzativa
Tel. 0832.347155
segreteria@maggiosalentino.it

Otranto

Otranto5

Situato sulla costa adriatica della penisola salentina, Otranto è il comune più orientale d'Italia: il capo omonimo, chiamato anche Punta Palascìa, a sud del centro abitato, è il punto geografico più ad est della penisola italiana. Secondo le convenzioni nautiche, questo luogo è il punto di separazione tra il Mar Ionio ed il Mar Adriatico.

La brochure del Maggio Salentino