Teatro Politeama Greco

Teatro Politeama Greco

  • Teatro Politeama Greco

Il Teatro Politeama Greco era nato nel pensiero dei cittadini di Lecce già molti anni prima che si posasse la prima pietra destinata a costruirlo. Lecce meritava un grande teatro che accogliesse non più solo pochi spettatori privilegiati, ma anche il popolo, ormai conquistato dall’amore per l’opera e la musica.

Il sogno iniziò a tramutarsi in realtà quando, nel 1882, Donato Greco chiese al Municipio la licenza per la costruzione del teatro. I lavori iniziarono pochi mesi dopo e proseguirono alacremente per un anno. Il Teatro era dotato di un palcoscenico mobile, in grado di abbassarsi sino a diventare tutt’uno con la platea. L’inaugurazione ufficiale del Teatro Politeama ‘Principe di Napoli’ (così si chiamò il teatro nei suoi primi anni di vita) avvenne il 15 novembre del 1884 con l"Aida’ di G. Verdi e fu un grande successo.

Nel 1913 vennero eseguiti importanti lavori di ristrutturazione: il teatro, prima in legno, fu costruito in pietra; il palcoscenico divenne fisso; fu aumentata la capienza del teatro; furono costruite tre file di palchi oltre il loggione; il soffitto fu dipinto dal maestro Carmine Palmieri. Furono apportati numerosi abbellimenti, in particolare la sala fu arricchita con decorazioni eseguite da maestri decoratori di fama nazionale, le vecchie poltrone vennero sostituite con nuove, più confortevoli, con l’alta spalliera in velluto rosso, nello stile del tempo; infine, al posto del preesistente giardino, venne creato un ampio foyer.

Altri lavori furono eseguiti, nel 1926, dietro suggerimento del direttore artistico, il celebre tenore Tito Schipa, e portarono alla creazione del ‘golfo mistico’ per l’orchestra: così Wagner aveva battezzato la fossa orchestrale, ossia lo spazio, scavato in parte sotto il palcoscenico, in parte sotto il livello della platea, dal quale il suono si diffondeva, perfetto ed armonioso, in tutta la sala. In precedenza l’orchestra suonava allo stesso piano della platea.

Nel 1994, il Teatro Politeama Greco, dopo soli dieci mesi di instancabili lavori di ristrutturazione, è stato restituito ai leccesi in tutto  suo splendore. I lavori hanno portato al rinnovo dell’intera platea, nonché al restauro di tutti i fregi e le decorazioni dei palchi e dell’arco scenico, e del foyer del teatro, oltre a numerosi aggiornamenti tecnici.

Nel 1976, al Teatro Politeama Greco è stata riconosciuta la prestigiosa qualifica di 'Teatro di Tradizione'. In seguito, nel 1979, il Teatro é stato vincolato in applicazione della legge 1/6/39  n.1089 per il pregevole valore storico ed artistico, ed è stato dichiarato monumento nazionale.

DATI TECNICI
Superficie totale del teatro mq 2700.
SALA: superficie mq 750; posti tot. n. 988, in partic. posti a sedere in platea n. 693; n. 2 ordini di palchi per un totale di posti n. 235 (130+105); loggione posti n. 60.
PALCOSCENICO: superficie tot. mq 500; praticabile superficie tot. mq 155; profondità m. 12,50, larghezza m. 14,40, altezza m. 17,40 (sino al ballatoio in. 9,8).
BOCCASCENA: larghezza m. 14, altezza m. 10.
GOLFO MISTICO: superficie mq 79,30.
RIDOTTO: mq 650.
CAMERINI: n. 15.
SALA PROVE: n. 2, superficie mq 66,5 e mq 60.
SARTORIA E LABORATORI: adiacenti ai camerini.

Fonte: www.politeamagreco.it

Teatro Politeama Greco, Viale 25 Luglio, Lecce

Si terranno qui

9 Maggio, 2014 - 21:00

16 Maggio, 2014 - 21:00

Scarica la App del Maggio Salentino
Scarica la App del Maggio Salentino per Android
Scarica la app del Maggio Salentino per iOS
La brochure del Maggio Salentino